Come Creare un Segnaposto con Mollette per Bucato

Ecco una guida sui vari modi di utilizzare le mollette per il bucato per creare da sole ed in modo semplice dei segnaposto originali e molto creativi.

Oggi sul mercato è possibile trovare segnaposti di tutti i tipi, anche segnaposti economici come quelli mostrati su questo sito, ma con il fai da te è possibile risparmiare ulteriormente.
Per creare da sole e senza troppi sforzi dei segnaposto originali è possibile usare le mollette da bucato, in composizioni originali che daranno alla tavolo originalità ed un tocco unico. Basta solo un po’ di fantasia ed il gioco è fatto!

Un primo modo per realizzare un segnaposto con le mollette da bucato è procursi delle normali mollette in legno oppure delle mollette colorate da abbinare al colore della tovaglia. Poi occorrono dei piccoli oggetti – fiori di plastica, pupazzette delle merendine, pasta o qualsiasi cosa vi capiti tra le mani – da incollare sulla punta della molletta. L’ultimo passo è scrivere con un pennarello colorato in nome del commensale sul lato libero della molletta oppure su un cartoncino colorato che infilerete nella morsa della molletta.

Un modo molto carino e davvero molto semplice per realizzare un segnaposto natalizio è quello di scrivere su una molletta (in legno chiaro o colorata) il nome dell’ospite con un pennarello a punto sottile (meglio se di colore dorato o argentato) e poi inserire nella sua morsa un ramo d’abete o di pungitopo.

Altro modo molto originale per trasformare una semplice molletta da bucato in un segnaposto originale è quello di usarla per chiudere un piccolo sacchetto di carta trasparente contenente carammelle colorate: i vostri ospiti più golosi ne saranno entusiasti!

Ultimo consigli è quello su dove posizionare i vostri segnaposto. Potete metterli come si fa di solito nel piatto oppure tra il piatto ed il bicchiere. Ma visto che la molletta da bucato offre la possibilità di “allacciarsi” a qualcosa potete infilare il segnaposto sui bicchieri, sul bordo dei piatti o sul tovagliolo: in questo modo anche la creazione più semplice si trasforma in qualcosa di molto originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *